venerdì 5 febbraio 2016

7 segnali per capire se il nostro gatto ci ama

Enigmatico e misterioso, ma anche dolce e coccolone: chi ama i gatti sa che ci sono alcuni comportamenti "speciali" che il nostro felino domestico riserva solo alle persone a cui vuole bene. E se di fronte agli estranei magari si dimostra sfuggente e disinteressato, con i membri della sua famiglia si lascia andare ad atteggiamenti molto particolari che significano semplicemente "ti voglio bene, mi fido di te e sono felice che tu sia qui!".
Arcaplanet ha realizzato una bellissima infografica che riassume i sette segnali "d'affetto" più comuni che il gatto ci lancia: dalle fusa ai leccotti, dal mostrare la pancia allo "strusciarsi" tra le nostre gambe. Vediamo insieme questi sette comportamenti che sono delle vere e proprie manifestazioni d'amore del nostro micio!


1. Fa le fusa e ci mordicchia: le fusa sono forse il modo più conosciuto con cui i gatti manifestano il loro affetto. E’ il loro modo per farci sapere che si sentono tranquilli e sicuri con noi. Stessa cosa vale se il vostro gatto vi mordicchia. Se notate, infatti, i gatti tra loro spesso si mordicchiano. E’ il loro modo di giocare e di essere socievoli. Badate bene, però, che il morso non sia troppo forte. In quel caso, infatti, è da intendere come un attacco, quindi forse qualcosa di male gli avete fatto!
2. Si struscia contro di noi: se il nostro micio ci viene continuamente in mezzo ai piedi non è perché vuole farci cadere come nelle migliori parodie sui social, ma è perché ci vuole stare vicino. In realtà è anche un modo per farci sapere che siamo di suo possesso. Infatti, lasciando il suo odore su di noi, gli altri gatti sanno che devono starci alla larga perché siamo di sua proprietà;
3. Ci sta vicino quando siamo malati: quando siamo a letto con la febbre è bello avere il nostro micio vicino che ci tiene compagnia e ci “conforta”. Bisogna ammettere, però, che il suo non è un comportamento totalmente disinteressato! Infatti, a lui piace dormire al calduccio e magari addormentarsi grazie alle nostre coccole, quindi quale occasione migliore per venire vicino a noi per qualche grattino, visto che siamo costretti a starcene a letto tutto il giorno?
 
4. Mostra la pancia: starsene con il ventre all’aria non è una cosa che un gatto fa a tutti. Vuol dire mostrare una parte vulnerabile del proprio corpo, quindi, quando questo accade, significa che si sente sufficientemente al sicuro da potersi lasciare andare;
5. Muove la punta della coda: come per gli altri animali, la coda è uno strumento per manifestare le proprie emozioni. Se il nostro micio tiene la tiene in alto e ne muove la punta vuol dire che ci trova particolarmente simpatici. Forse non è amore, ma affetto sì!
6. Ci viene a dormire in braccio e “fa la pasta”: Se siamo comodamente sdraiati sul divano e lui ci viene in braccio, è perché lo avverte come un posto sicuro e comodo dove rilassarsi. Se, poi, inizia a muovere le zampette come se stesse impastando la pizza, è perché sta mettendo in atto un comportamento che teneva da piccolo, quando con lo stesso movimento cercava di far uscire il latte dalle mammelle della mamma. Muovere le zampette in questo modo durante l’età adulta lo aiuta a rilassarsi, e questo è un bene se lo fa in nostra compagnia;
7. Ci fa il bagno: mamma gatto è solita leccare i suoi piccoli quando sono appena nati. Se il nostro micio fa lo stesso, è perché vuole prendersi cura di noi, così come la sua mamma faceva con lui.

Paciocca mi riserva quasi tutte queste attenzioni speciali, salvo il "farmi il bagno" e il dormire in braccio, due atteggiamenti che evidentemente non le piacciono. E voi, quanti di questi comportamenti osservate nel vostro gatto? Raccontatemi tutto!

11 commenti:

  1. Ciao Silvia,
    ti metto il ink a uno dei miei ultimi articoli proprio sul nostro micio Zolta
    http://ascuolaconmatilde.com/2016/01/26/our-cat/

    RispondiElimina
  2. I miei gatti fanno un po' tutte queste cose, secondo i momenti...Minoù poi ama anche darmi delle "testatine"!!

    RispondiElimina
  3. Mimì ha fatto centro, fa tutte queste cose!! Però, non è molto paziente come crocerossino... questa settimana ho avuto l'influenza e mimì appena mi ha visto sul divano si è subito accoccolato sulla mia pancia... ma all'ennesimo colpo di tosse mi ha dato un morso, non forte ma abbastanza da farmi capire che la tosse non era un fastidio solo per me!!

    RispondiElimina
  4. I miei due sono molto diversi nel manifestare affetto,anche se a giudicare da questo elenco ci amano proprio! Magò mordicchia le dita e dà le linguatine, Merlino no ma si mette a pancia in su...entrambi fusano e si strusciano come matti. Purtroppo da quando sono cresciuti non vengono più a dormono più sulle mie ginocchia, coda che facevano, contemporaneamente, quando erano due cuccioli minuscoli :)

    RispondiElimina
  5. @ Catia: mille grazie per avermi segnalato il tuo post, me lo ero proprio perso! Il vostro Zolta è non solo bellissimo, ma anche molto comunicativo ed affettuoso! Praticamente fa tante delle cose descritte nel mio post ed è un vero furbacchione con la storia delle pastiglie. Tante coccole da parte mia!

    @ Carmen: oh, le testatine affettuose sono un altro segnale d'amore inequivocabile!! Quelle me le dà anche Paciocca :-)

    @ Lolle: grande Mimì, che fa tutto tutto per dimostrarti il suo affetto!! Comunque ha un bel caratterino eh, morderti per la tosse: voleva proprio dirti che non gli piace essere disturbato durante il dolce riposo sulla tua pancia! :-)

    @ Letizia: come ti capisco! Anche Paciocca si accoccolava su di me quando era cucciola cucciola (tipo 3-4 mesi) poi ha smesso e curiosamente non le piace più stare in braccio o sulle ginocchia. Pensa che non le è mai successo niente di traumatico, eppure non le piace! Tollera solo (e solo se è un po' assonnata) che d'inverno le infili i piedi sotto il plaid dove dorme sul divano... così io mi scaldo i piedi :-) Coccole ai tuoi bellissimi mici!

    Grazie ragazze per i vostri commenti, buon weekend!

    RispondiElimina
  6. Lola mia ama al 100%!!Adora "farmi il bagno"!!Invece Cocca è l'unica cosa che non fa,non è una leccona.

    RispondiElimina
  7. Che bello imparare a conoscere le lingue segrete e misteriose degli animali attraverso i loro comportamenti!

    RispondiElimina
  8. Ciao Silvia,
    da questo tuo post ho capito alcune cose.
    I miei gatti mi vogliono bene...quando ho in mano cose mangerecce e profumate.
    I miei gatti mi vogliono bene quando mi vedono aprire i luoghi più caldi in inverno e freschi in estate.
    I miei gatti non mi vogliono bene quando sono io a decidere di far loro una carezza, o quando sono io a volerli avere in collo.
    Silvia, io ho capito ancora una volta che ho dei gatti Ruffiani...
    ...ma mi sta anche bene così.
    Ho gatti, li ho sempre avuto e sempre continuerò ad averli, anche se non si strusciano lontano dai pasti o se le fusa le fanno tenendomi a distanza.
    Sarò io a voler bene a loro, ed anche questo mi va bene così.
    Ciao
    A.A.

    RispondiElimina
  9. Sono sicura che i miei gatti mi vogliono bene, anzi vogliono bene a tutta la famiglia, Pietro compreso anche se siamo in fase di "sviluppo", perchè fanno parte della famiglia...ma il tuo post mi incuriosiva troppo per non leggere con attenzione tutti i punti e verificare che tranne "il bagno" sia Marvin e Nerello compiono tutti gli atti per farci capire quanto stanno bene con noi....ed è una bella soddisfazione!!!
    Baci

    RispondiElimina
  10. La mia gattina Jolie mi fa "il bagno" tutte le sere prima di addormentarci! Per me è una cosa stranissima perchè con i gatti che ho avuto prima di lei non mi era mai capitato (magari qualche leccatina alle mani ma niente di più). Pensa che dorme tutte le sere sul mio collo!

    RispondiElimina